Regista Imma Tataranni, che rivoluzione

A dicembre un docu su Lega Bossi, poi film che vi sorprenderà

Solutions Manager
  • A dicembre un docu su Lega Bossi, poi film che vi sorprenderà
  •   E' stata una rivelazione, o rivoluzione, Imma Tataranni - Sostituto Procuratore, una delle fiction Rai di punta per la stagione televisiva 2019. Ambientata a Matera, con protagonista una sorprendente Vanessa Scalera e vede dietro la macchina da presa Francesco Amato, che in una conversazione con l'ANSA, fa il punta di un successo per molti inaspettato di ascolti, annunciando il progetto di una seconda stagione: "Ne stiamo parlando concretamente con la Rai, la produzione, sceneggiatori, il pubblico, ci scrive ce lo chiede".
        Per Amato il segreto di questo boom è da attribuire a tanti fattori: "eccezionale il cast che ho fortemente voluto, una sfida riuscita da questo punto di vista anche perché, pur non conosciutissimo salvo qualche eccezione, è composto di attori straordinari con una solida storia professionale".
        "Ma ha anche nel nobile obiettivo di valorizzare una città come Matera che ha mutato volto come nessun luogo in Italia" ha fatto "nell'ultimo decennio". Il regista racconta l'iter di questa fiction, la scelta degli attori, ma svela anche i suoi progetti futuri alla vigilia dell'ultima puntata della serie in onda domani 27 ottobre su Rai1, una coproduzione Rai Fiction - ITV Movie è liberamente tratta dai romanzi del Premio Campiello Mariolina Venezia (editi da Einaudi). Imma Tataranni infatti ha avuto ottimi ascolti (con la prima ha tenuto incollati 5.118.000 spettatori pari al 23.3% di share, e dopo un calo nella seconda e terza, pur vincendo sempre la prima serata, è quindi risalita fi8no a tornare ai dati del debutto nella quinta domenica 20 ottobre con 5.040.000 spettatori).
        Amato ha terminato le riprese del suo prossimo film, "18 regali" (titolo provvisorio), interpretato da Vittoria Puccini, Benedetta Porcaroli ed Edoardo Leo, che uscirà nelle sale nel 2020 "uscirà nelle sale a gennaio, ma c'è un embargo assoluto, è una storia che vi sorprenderà di una madre e una figlia che si ritrovano"). Mentre il 5 dicembre ("occhio alla data perchè è significativa") andrà in onda il suo documentario "Umberto B.", "sulla vita di Umberto Bossi e le origini della Lega Lombarda negli anni '80, prodotto da EIE Film per Discovery Channel.
        "Questo è film che avrebbe dovuto girare Monicelli perchè all'inizio erano una sorta di armata Brancaleone". A interpretare l'effervescente Imma, l'attrice pugliese Vanessa Scalera (già protagonista di Lea Garofalo, di Marco Tullio Giordano) affiancata da Massimiliano Gallo, nel ruolo del marito da Alessio Lapice, l'affascinate appuntato Ippazio Calogiuri e da Carlo Buccirosso in quelli del Procuratore capo di Matera.
        "Imma è una macchia di colore tra i Sassi, una figurina espressionista in un panorama realista. Se il tono della serie lo definisce questa donna di giustizia, con i suoi eccessi caratteriali e nell'abbigliamento, lo stile della serie è il risultato della combinazione tra realismo ed eccentricità, un realismo con venature pop. E Vanessa Scalera, è riuscita a dare a questo personaggio una caratteristica in pù grazie al suo grandissimo talento, a renderla empatica, rispetto alla Imma nata dalla penna di Mariolina Venezia, e il pubblico ha gradito.
        Per un personaggio nuovo televisivo volevamo un attrice che non fosse già nota per altri ruoli tv, e Vanessa era perfetta". "Ho scelto gli attori in base alla loro volontà di abbandonarsi alla storia e alle scelte del regista. Al centro del mio lavoro ci sono i personaggi e le loro storie".
        Francesco Amato ha firmato la sceneggiatura per la Rai di un'altra fiction di successo Nero a Metà con Claudio Amedola. Al cinema un successo di critica e pubblico per "Lasciati andare", con Toni Servillo, Veronica Echegui, Carla Signoris e Luca Marinelli. un successo di critica e di pubblico: distribuito nel 2017, realizza un incasso di oltre 2 milioni di euro. Vince il Globo d'Oro come Miglior Commedia dell'anno. Amato vince il Festival del Film di Roma 2012 nella sezione Prospettive Italia con 'Cosimo e Nicole': con Riccardo Scamarcio e Clara Ponsot.
        (ANSA).