Nasce il 'Dizionario che cura le parole'

Omaggio al linguista scomparso due anni fa, edito da Sui Generis

Solutions Manager
  • Omaggio al linguista scomparso due anni fa, edito da Sui Generis
  • (ANSA) - TORINO, 4 NOV - Da 'odio' a 'verità', da 'politica' a 'populismo', ma anche 'cura' e 'coraggio': sono alcune delle parole che compaiono nel 'Dizionario che cura le parole' della casa editrice Sui Generis, realizzato dal Fondo Tullio De Mauro con il sostegno della Fondazione Crt, presentato oggi a Torino.
        "La mancanza di parole, l'incapacità di usarle o di comprenderle - si legge nella prefazione firmata dal presidente della Fondazione Crt, Giovanni Quaglia - possono lasciare spazio alla paura e alla diffidenza. Avere a cuore le parole significa occuparsi del bene della comunità e delle persone".
        Le voci del Dizionario sono compilate ciascuna da un esperto diverso: sociologi, filosofi, politologi, storici, scrittori. Il volumetto non è un testo finito, ma si arricchirà con ulteriori termini, frutto degli appuntamenti del ciclo Il Potere delle Parole organizzati nella sede del Fondo De Mauro, nel centro di Torino, dove è ospitato un migliaio dei libri del linguista scomparso quasi due anni fa. (ANSA).