'Bikeconomy', fra memoria e visione

Volume scritto da avvocato Santilli e giornalista Soldavini

Solutions Manager
  • Volume scritto da avvocato Santilli e giornalista Soldavini
  • (ANSA) - MILANO, 3 NOV - Itinerario, cammino, passione, futuro, storia che si fa prospettiva, memoria che guarda al domani. In due parole lo sguardo su un mondo antico e ora visionario, ma con le radici ben piantate nella società, e allo stesso tempo un impianto di analisi concreto e reale. Appaiono queste le linee guida - l'esplorazione di un universo non così conosciuto - di 'Bikeconomy', sottotitolo 'Viaggio nel mondo che pedala', che in maniera originale affronta un settore molto più complesso di quello che sembra e che potrebbe riservare più di una sorpresa sullo scacchiere dello sviluppo globale.
        Il libro, edito da Egea casa editrice dell'Università Bocconi (18 euro, 166 pagg.), è stato scritto dall'avvocato d'affari Gianluca Santilli, che si definisce "ammalato delle due ruote", e dal giornalista del Sole 24 Ore, Pierangelo Soldavini, esperto di tecnologia e innovazione e "innamorato della poesia del mondo legato alla bicicletta".
        Nel volume - ricco di dati, excursus, storie, ricordi - si affrontano tutte le potenzialità del settore della bicicletta e si aprono interrogativi, alla società civile ma anche nei fatti al mondo della politica, sui quali varrebbe la pena interrogarsi su più piani. La viabilità nelle città e nelle megalopoli, la nuova economia della condivisione, la logistica delle consegne a domicilio, la filosofia del benessere e del movimento lento, la sostenibilità, l'epica dell'avventura. Tutto però approfondito in modo rigoroso cosicché il contributo non sia solo di idee.(ANSA).