Arte: Florence Biennale; premia carriera a Elsa Peretti

Da musa di Dalì a creatrice di gioielli per Tiffany Co

Solutions Manager
  • Da musa di Dalì a creatrice di gioielli per Tiffany Co
  • (ANSA) - FIRENZE, 24 OTT - Da modella di Salvador Dalì a disegnatrice di gioielli che hanno fatto sognare generazioni di donne nel mondo, la fiorentina Elsa Peretti, classe 1940, filantropa, ha ricevuto stamani il premio internazionale 'Lonardo da Vinci' alla carriera, nell'ambito della 12/a edizione di 'Florence Biennale. Mostra internazionale di arte contemporanea e design', visitabile fino al 27 ottobre alla Fortezza da Basso di Firenze. A causa di un'indisposizione che ne ha reso impossibile la presenza a Firenze, la designer - da anni residente a Barcellona - ha delegato l'amico argentiere Gianfranco Pampaloni a ritirare il premio. E per non deludere la sua città, Elsa Peretti ha voluto lasciare un messaggio di ringraziamento scritto di suo pugno, ritrovato al momento di supervisionare l'allestimento del suo spazio all'interno di Florence Biennale.
        "Sono nata proprio qui, il primo maggio 1940 - scrive Peretti -; per questo motivo, ricevere un riconoscimento alla mia carriera è un onore, un'emozione profonda. Grazie. Nel 1974 Peretti firma un contratto di esclusiva con Tiffany & co. La sua prima collezione fu un successo mondiale. Diamonds by the Yard, Open Heart e Bone Cuff sono ancora oggi espressione di un design moderno e contemporaneo. In occasione del suo 25/o anniversario con Tiffany, il Fashion institute of technology istituisce 'The Elsa Peretti professorship in jewelry design' come riconoscimento alla sua carriera, e le conferisce il dottorato in Fine arts. Le creazioni Elsa Peretti sono nelle collezioni permanenti di prestigiosi musei, dal British Museum al Met di New York. (ANSA).