Apre BookCity, a Milano è festa di inclusione con i libri

13-17/11 con 1600 eventi, 300 luoghi, 3000 autori, focus Africa

Solutions Manager
  • 13-17/11 con 1600 eventi, 300 luoghi, 3000 autori, focus Africa
  • (ANSA) - ROMA, 12 NOV - Perdersi e ritrovarsi nei libri e nelle parole condivise, nel contesto di partecipazione di una città intera, aperta e inclusiva in ogni suo quartiere, dagli spazi pubblici alle case private, dalle librerie ai musei, perfino nei tram e nelle palestre: torna a Milano dal 13 al 17 novembre BookCity, la manifestazione dedicata al libro e alla lettura, giunta all'ottava edizione. Anche quest'anno BookCity sarà un momento di grande festa - per gli autori e gli editori, ma soprattutto per i lettori -, e insieme un'occasione per riflettere sul valore della condivisione, del confronto tra idee diverse e della conoscenza attraverso un menu vario e accattivante, dai numeri esorbitanti: in 5 giorni sono in programma infatti quasi 1600 eventi gratuiti (tra incontri, reading, laboratori e mostre) che coinvolgeranno oltre 3000 autori in circa 300 luoghi diversi, 1400 classi di scuole e 400 volontari. Promossa dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Milano e dall'Associazione Bookcity Milano, costituita da Fondazione Corriere della Sera, Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, Fondazione Umberto e Elisabetta Mauri e Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori, la manifestazione ha la particolarità di essere diffusa a macchia d'olio nei luoghi simbolo della città ma anche in quelli minori e perfino privati.
        Per la prima volta è presente un focus tematico, dedicato alle Afriche, perché tante sono le realtà ancora poco conosciute di un continente spesso osservato con la lente del pregiudizio o dell'assistenzialismo: a parlarne saranno il premio Nobel Wole Soyinka, la scrittrice nigeriana Chimamanda Ngozi Adichie e Leonora Miano, accanto a tanti protagonisti di oltre 130 eventi.
        (ANSA).