Visite e autografi, alla Juve è subito Bremer-mania

L'ormai ex Toro accolto dai tifosi. Rabiot salta trasferta Usa

Solutions Manager
  • L'ormai ex Toro accolto dai tifosi. Rabiot salta trasferta Usa
  • Non avrà il profilo internazionale di Paul Pogba o la bacheca piena di trofei come Angel Di Maria, eppure anche Gleison Bremer è riuscito a conquistare il popolo juventino. Ieri sera intorno alla mezzanotte lo hanno aspettato all'aeroporto di Torino Caselle, questa mattina lo hanno accolto per i test fisici al J Medical: i tifosi hanno abbracciato calorosamente il brasiliano. Anche perché non si viene eletti "miglior difensore della serie A" tutti i giorni, proprio come è accaduto all'ex Toro durante lo scorso campionato. E poi, lo sgarbo all'Inter sul mercato vale sempre una soddisfazione in più: "Chi non salta nerazzurro è" hanno iniziato a cantare all'esterno dell'Allianz Stadium quando Bremer è arrivato per muovere i primi passi nel mondo bianconero. Il brasiliano però si è limitato a qualche autografo e ai selfie, poi si è immediatamente sottoposto alle visite mediche. D'altra parte, anche negli ultimi giorni in granata si è dimostrato sempre dedito al lavoro: ha preso parte alla ripresa della prima amichevole contro l'Eintracht Francoforte, soltanto dopo ha preferito svolgere in maniera differenziata un programma per rimanere comunque in forma.