Salernitana: Colantuono, 'con Napoli ce la giochiamo'

'Dovremo fare partita da squadra, risultato non è già scritto'

Solutions Manager
  • 'Dovremo fare partita da squadra, risultato non è già scritto'
  • (ANSA) - SALERNO, 30 OTT - "Domani dovremo fare una partita da squadra. Loro sono forti ma dobbiamo provare a giocarla con quelle che sono le nostre caratteristiche e qualità. I dettagli faranno la differenza, ci vorranno una serie d'ingredienti".
        Così Stefano Colantuono, allenatore della Salernitana, ha presentato il derby di domani contro il Napoli. "Non puoi pensare che il risultato sia già scritto. Il Napoli insieme al Milan è la squadra più forte in questo momento ma noi dobbiamo giocare la partita con le nostre caratteristiche e le nostre qualità. Sacrificandoci. Facendo la partita perfetta".
        Il Napoli, secondo il tecnico della Salernitana, "ha pochissimi punti deboli". "Noi stiamo pensando a varie soluzioni. Siamo in emergenza numerica perché non abbiamo recuperato calciatori e dovremo valutare anche il discorso delle energie, ci saranno giocatori che faranno tre partite attaccate". A guidare la Salernitana ci sarà Franck Ribery.
        "Ribery specialmente nell'ultima partita ci ha fatto vedere che tipo di calciatore è. Ma non è che lo abbiamo scoperto oggi. A Venezia, nonostante una botta che gli impediva di correre, ha fatto cose straordinarie. Per noi è un punto di riferimento. Il problema è che anche lui dovrà giocare tre partite consecutive".
        Una chance potrebbe averla anche Andrea Schiavone, match winner in Laguna. "Schiavone - ha detto Colantuono - è un ragazzo molto serio, si è sempre allenato con grande costanza e grande voglia. Ha avuto una chance nell'ultimo quarto d'ora del match e ha dimostrato grande serietà. Ha fatto il gol-vittoria, questo significa che tutti possono dare un contributo alla causa. Kastanos ed Obi, tra l'altro, sono usciti acciaccati contro il Venezia, ci può anche stare che Schiavone parta dal 1' contro il Napoli". Sugli avversari: "il Napoli ha un allenatore che stimo tantissimo, davvero bravo, bravo, bravo. Ma ha anche tanti calciatori forti. È una squadra costruita per lo scudetto". (ANSA).