Gotti, contro il Milan vogliamo fare punti

Tecnico Udinese, 'non ci basta il gioco, serve il risultato'

Solutions Manager
  • Tecnico Udinese, 'non ci basta il gioco, serve il risultato'
  • (ANSA) - UDINE, 31 OTT - "Il Milan è migliorato passo dopo passo grazie a una strategia globale che mescola giocatori giovani e altri che possono aiutarli a crescere. Una squadra propositiva, che si è guadagnata a pieno titolo il primato in classifica. È vero che l'Udinese spesso si esprime bene con le big, ma non possiamo accontentarci. Il nostro obiettivo deve essere quello di fare punti": lo ha detto a Udinese Tv il mister dei friulani Luca Gotti alla vigilia del lunch match coi rossoneri.
        A proposito di Ibrahimovic, il tecnico da detto che lo svedese "ha sicuramente dato un importante contributo alla squadra in fatto di mentalità. Inoltre è il capocannoniere della serie A, con 6 gol in 5 gare. Né l'Udinese né nessun'altra squadra può concedersi il lusso di ignorare le sue qualità".
        Circa la formazione e la possibilità di vedere l'ex Deulofeu nell'11 titolare, Gotti ha spiegato che "Gerard è uno stakanovista del lavoro. Bisogna frenarlo, tende a essere un perfezionista e a esagerare coi carichi. Dopo sette mesi di inattività si è presentato in condizioni fisiche e atletiche perfette, addirittura meglio di prima. Gli mancano brillantezza, intensità, accelerazione, precisione ma sono doti che si affinano giocando".
        Rispetto agli altri giocatori reduci da infortuni, il tecnico bianconero si è detto sorpreso anche dalla condizione di Stryger Larsen: "Dopo tre mesi di stop non pensavo di trovarlo così brillante".
        "Musso ha accelerato notevolmente i tempi di recupero inizialmente paventati - ha aggiunto - mentre Nuytinck ha fatto due soli allenamenti con la squadra e ci vorrà ancora un po' per rivederlo al meglio". (ANSA).