Gotti, a Napoli uno Spezia diverso per resistere

Sull'addio di Pecini, io rassicurato dalla società

Solutions Manager
  • Sull'addio di Pecini, io rassicurato dalla società
  • (ANSA) - LA SPEZIA, 09 SET - Lo Spezia di Luca Gotti è pronto a cambiare per tentare di resistere alla forza del Napoli e provare a metterlo in difficoltà. Il tecnico lo conferma alla vigilia. "Di sicuro cambieremo qualche cosa. Il Napoli è una delle poche squadre che riesce a muovere la palla nello stretto, e a farlo con qualità, fino a crearsi i presupposti dell'attacco della profondità con attaccanti molto veloci. Noi che abbiamo pagato molto questo aspetto contro il Bologna, dovremo concedere il meno possibile".
        Sicura novità è Ampadu, arrivato dal Chelsea nell'ultimo giorno di mercato, e pronto al debutto. "Gli inglesi lo ritengono un calciatore di grande avvenire. Noi cercheremo di utilizzarlo al meglio e lo utilizzeremo in difesa". In attacco invece, ci sono i soli Gyasi e Nzola più il giovane Sanca. "Non abbiamo migliorato di tanto la situazione dell'infermeria - spiega Gotti -. Oggi si allenerà per la prima volta Strelec dopo una settimana di febbre e vedremo se sarà della partita".
        In settimana il club ha deciso di separarsi dal direttore tecnico Riccardo Pecini, colui che ha portato Gotti allo Spezia.
        "Siamo amici e lo saremo anche in futuro. Sono dispiaciuto per quanto successo, per me è stato un fulmine a ciel sereno - dice -. Questa settimana complicata ha anche portato al fatto che io abbia parlato a più riprese con la proprietà, che mi ha dato con forza segnali di gradimento del lavoro fatto, al di là dei risultati immediati. Ho ricevuto indicazioni che non vanno nella direzione del disimpegno. Ora però abbiamo dieci partite prima della riapertura del mercato e dobbiamo pensare a questo, dopodiché la società mi dichiara l'intenzione di avere uno Spezia sempre più competitivo". (ANSA).