Fiorentina: Iachini, Chiesa capitano perché ancora nostro

'Federico ha giocato tante gare con la Fiorentina'

Solutions Manager
  • 'Federico ha giocato tante gare con la Fiorentina'
  • (ANSA) - FIRENZE, 03 OTT - ''Perché la fascia a Chiesa? Perché ad oggi è ancora un giocatore della Fiorentina e per il percorso fatto a Firenze''. Così Beppe Iachini ai microfoni di Radio Rai ha spiegato la scelta, che non ha mancato di suscitare critiche, del figlio d'arte capitano in occasione della partita di ieri in cui tra i viola mancavano Pezzella e Ribéry. Chiesa da tempo è accostato alla Juventus e quella di ieri sera potrebbe essere stata l'ultima sua gara in viola: non è comunque la prima volta per questo giocatore che per le 153 gare con la Fiorentina è vice capitano. Ieri sera però lui non ha portato la fascia dedicata a Davide Astori (che dal 2018 i giocatori della Fiorentina possono indossare in virtù di una deroga) bensì quella istituzionale della Lega di A. Alla base di ciò la richiesta 'suggerita' alla società dagli ultrà viola (visto il persistere delle voci sul figlio d'arte e il club bianconero) che ieri prima della partita si erano radunati davanti all'hotel che ospita il ritiro della squadra per salutarla. Un episodio che sta facendo discutere a Firenze e riguardo il quale dal club anche oggi non è stato fatto trapelare alcun commento.
        ''Chiesa ha giocato tante partite con la maglia viola, se contro la Samp ci fossero state situazioni o indicazioni diverse non lo avrei fatto giocare'', ha aggiunto Iachini. Che nel frattempo si aspetta i rinforzi richiesti anche se ormai mancano appena due giorni alla conclusione del mercato: i dirigenti viola stanno stringendo per Antonio Barreca del Monaco, hanno il 'sì' di Callejon in caso di addio di Chiesa e stanno valutando Faraoni. Invece per il difensore argentino Martinez Quarta, del River Plate, è emerso un intoppo legato allo svolgimento delle visite mediche e l'operazione ha subito una frenata. Quanto all'attacco, Milik rappresenta il sogno ma non è facile realizzarlo. (ANSA).