E. League:tecnico Legia,Napoli veloce ma so come affrontarlo

Spalletti è grande tecnico, stratega tattica e ha tante stelle

Solutions Manager
  • Spalletti è grande tecnico, stratega tattica e ha tante stelle
  • (ANSA) - NAPOLI, 03 NOV - "Il Napoli è una squadra molto veloce, dobbiamo giocare in maniera difensiva al meglio, seguendo il mio modo di giocare. Nel match di domani tutti pensano che il Napoli è la squadra migliore ma noi sappiamo con che atteggiamento affrontarli e i tifosi ci aiuteranno". Così il nuovo allenatore del Legia Varsavia Marek Golebiewski lancia i polacchi nella quarta giornata di Europa League in programma domani a Varsavia.
        Il tecnico cerca di staccare il cervello sulla disastrosa situazione in campionato, dove il Legia è sedicesimo in piena zona retrocessione: "Noi - dice - dobbiamo trattare in maniera seria ogni competizione e quindi sceglieremo la migliore formazione senza guardare alla serie negativa in campionato e pensare alle prossime gare, vogliamo questi tre punti. Per i nostri giocatori sarà sicuramente una festa questa partita e anche per i nostri tifosi. È bello giocare in Europa League, nessuna festa funebre". Ultimo passaggio su Spalletti che, spiega Golebiewski, "è uno dei migliori allenatori, uno stratega della tattica. Gioca col 4-3-3, si può prevedere possa giocare così e ci saranno tante stelle in campo per il Napoli, noi dobbiamo fare il possibile".
        Ottimista anche Filip Mladenovic, difensore serbo del Legia: "La situazione - dice - non posso cambiarla da solo, ma penso possa migliorare. Non vedo problemi fisici e stiamo cercando di capire perchè ci succede questo in un momento negativo. Diciamo che tutta la squadra non vive un buon momento di forma e questo non possiamo nasconderlo, ma la situazione la stiamo capendo insieme. Ora siamo in crisi, ma ne possiamo uscire insieme. Il Napoli? Non temo niente, ma sono cosciente di affrontare dei giocatori molto forti che danno prestigio all'Europa League.
        Aspettiamo molto questa gara, ma non c'è niente di cui avere paura". (ANSA).