Calcio: Liga, linea dura per cori razzisti contro Vinicius

Brasiliano del Real offeso prima del derby, chieste sanzioni

Solutions Manager
  • Brasiliano del Real offeso prima del derby, chieste sanzioni
  • (ANSA) - ROMA, 19 SET - Non passeranno sotto silenzio i canti razzisti, con versi di scimmia, che alcuni tifosi dell'Atletico Madrid hanno intonato nei confronti dell'attaccante brasiliano del Real, Vinicius, prima del derby di ieri sera in Liga, vinto dalla squadra di Carlo Ancelotti. La Lega calcio spagnola consegnerà un rapporto formale al comitato disciplinare della Federcalcio e alla Commissione statale antiviolenza, denunciando tali abusi. Il sindaco della capitale, José Luis Martínez-Almeida, che è un tifoso dell'Atletico, ha auspicato che i responsabili siano identificati al più presto e banditi a lungo dagli stadi in tuta la Spagna.
        Un gruppo di tifosi è stato filmato mentre cantava tra l'altro "Vinícius è una scimmia" prima della partita e anche se il tutto è avvenuto fuori dallo stadio Wanda Metropolitano, la Liga lo includerà nel rapporto. L'Atletico si è schierato contro i responsabili, respingendo in pieno tale comportamento e dando piena disponibilità a collaborare con la Polizia. "Abbiamo contattato le autorità per chiedere che le persone che hanno partecipato a questo atto esecrabile siano identificate. Se sono soci del club, verranno sanzionati", ha fatto sapere l'Atletivco, che peraltro ha sottolineato che "la stragrande maggioranza dei tifosi ha tenuto un comportamento esemplare, sostenendo la squadra per tutta la partita nel rispetto dell'avversario".
        Vinicius nei giorni precedenti a derby era stato al centro di una polemica per la sua abitudine di festeggiare i gol con un balletto, che alcuni lo ritengono un modo per irridere gli avversari. Nei giorni scorsi, Pedro Bravo, a capo della associazione spagnola agenti di calcio, aveva 'invitato' il brasiliano a smettere di "comportarsi come una scimmia", frase che ha suscitato indignazione, in Brasile, ma non solo, con tanti campioni, da Neymar a Pelè, intervenuti a difesa del giocatore. "Il calcio è gioia. È una danza - ha scritto 'O Rei' su Instagram - continueremo a combattere il razzismo, lottando per il nostro diritto di essere felici e rispettati". (ANSA).