‘Giochi senza barriere’, gare senza ostacoli (nemmeno linguistici)

‘Giochi senza barriere’, gare senza ostacoli (nemmeno linguistici)

<p>In principio fu l&#8217; &#8220;handicappato&#8221; Fino a una ventina d&#8217;anni fa era normale adoperare e sentir pronunciare una parola come &#8220;handicappato&#8221;. Siamo poi passati al portatore di handicap, e quindi al disabile, al diversamente (o differentemente) abile, alla persona con disabilità (o con handicap), al diversabile: Crediamo che adottare questo termine possa aiutare a considerare [&#8230;]</p> <p>L'articolo <a href="https://www.ilfattoquotidiano.it/2017/06/22/giochi-senza-barriere-gare-senza-ostacoli-nemmeno-linguistici/3676888/" rel="nofollow">&#8216;Giochi senza barriere&#8217;, gare senza ostacoli (nemmeno linguistici)</a> proviene da <a href="https://www.ilfattoquotidiano.it" rel="nofollow">Il Fatto Quotidiano</a>.</p>

Solutions Manager
  • In principio fu l’ “handicappato” Fino a una ventina d’anni fa era normale adoperare e sentir pronunciare una parola come “handicappato”. Siamo poi passati al portatore di handicap, e quindi al disabile, al diversamente (o differentemente) abile, alla persona con disabilità (o con handicap), al diversabile: Crediamo che adottare questo termine possa aiutare a considerare […]

    L'articolo ‘Giochi senza barriere’, gare senza ostacoli (nemmeno linguistici) proviene da Il Fatto Quotidiano.